Coaching aziendale: ecco come funziona e a cosa serve

Il coaching aziendale è un approccio che permette di sviluppare il potenziale dei dipendenti di una realtà imprenditoriale agendo in primo luogo sugli individui come entità composte innanzitutto da emozioni, valori ed aspirazioni.

La nostra realtà interiore

 

traininig

Partendo dal presupposto che ogni individuo ha una sua realtà interiore propria e personale unica, non bisogna prescindere dal fatto che il cervello di ogni essere umano segue comunque macro schemi comportamentali che catalogano emozioni e vissuti.

Il corso fornisce elementi che migliorano la conoscenza delle proprie dinamiche interne, aiutano a capire come funzioniamo e come funzionano gli altri; grazie a questa consapevolezza diventa più semplice riuscire a creare le basi per una maggiore empatia e per una comunicazione efficace.

Come funziona il cervello

Ciò succede perché il cervello degli individui agisce in modo prevedibile quando si tratta di fornire le risposte che le persone cercano, dando loro i riscontri ai quali sono abituati.

Fondamentale diventa quindi per i singoli prendere atto che ogni persona ha una propria cartina geografica interna, dove attraverso i suoi sensi ha costruito le proprie credenze, i propri valori, le proprie generalizzazioni, le proprie distorsioni e le proprie cancellazioni.

Questi elementi lo hanno portato inevitabilmente a creare una realtà soggettiva dalla quale scaturisce la sua particolare modalità di comunicazione verso l’esterno

Per mezzo di queste conoscenze il coaching aziendale dà le istruzioni utili per facilitare l’identificazione del canale di comunicazione coincidente con quello utilizzato dal singolo individuo per instaurare un’intesa istantanea con l’interlocutore del momento.

Il coaching aziendale e gli ostacoli interni

come funziona coaching aziendale

Attraverso una metodologia improntata all’acquisizione di una maggiore consapevolezza dei propri ostacoli interiori si rimuovono i freni autoimposti nel raggiungimento dei risultati che le persone si prefiggono, ma che per motivazioni inconsce non riuscivano a raggiungere.

Dal momento infatti che gli individui inconsciamente producono comportamenti riconducibili a categorie ben definite, il coaching aziendale utilizza strumenti specifici volti a modificare la percezione delle difficoltà in modo da ricondurle alla loro reale dimensione.

Ogni percezione genera un’immagine

Questo procedimento viene applicato a partire dall’immagine che ci si crea mentalmente ogni volta che le persone percepiscono qualcosa e si interviene dove serve per modificarla e renderla positiva qualora questa sia stata catalogata inizialmente in termini negativi.

Diverse tipologie di esercizi si possono mettere in pratica affinché la percezione negativa che la persona ha in quel momento possa essere ridimensionata o addirittura cancellata per creare nuovi stati positivi.

In questo modo il corso di formazione riesce a ridurre l’impatto dei fattori che influenzano negativamente la mente dell’individuo e quindi la sua resa.

Coesione nel gruppo

La formazione fornisce gli strumenti opportuni per entrare in sintonia con colleghi e clienti in modo da migliorare la comunicazione, per questo è importante capire quando fare coaching aziendale.

Adottare infatti un metodo di comunicazione efficace contribuisce a sviluppare le capacità empatiche e ad agevolare il raggiungimento degli obiettivi prefissati sia a livello personale e privato che aziendale.

Utilizzare questi strumenti cognitivi rende l’ambiente lavorativo più produttivo e positivo a livello relazionale, favorisce gli scambi di informazioni utili; dà gli spunti necessari per mettere a loro agio i clienti e dare loro modo di spiegare al meglio ai dipendenti come soddisfarli.

0
raggiungimento degli obiettiviclima negativo in ufficio