Come comportarsi con i figli per costruire un buon rapporto

 In Blog, Come fare - life

Come comportarsi con i figli è un tema estremamente delicato, al centro di dibattiti in cui si scontrano correnti diverse sull’educazione, sulle modalità di dialogo e su tantissime altre componenti, fino ad arrivare a sviscerare gli aspetti più banali.

aspettative verso i figliTuttavia, nel valutare come comportarsi con i figli spesso si sottovaluta l’importanza di aiutarli ad autorealizzarsi seguendo le loro inclinazioni, dando più importanza ad altri aspetti, forse più attuali ma meno sostanziali.

Come comportarsi con i figli: l’errore più comune dei genitori

Rapporto coi figli e aspettative

Tutti i genitori vorrebbero dare il mondo ai propri figli, offrirgli tutte la possibilità di realizzare qualunque cosa, specialmente quelle che non sono riusciti a realizzare loro.

Sui figli infatti vengono spesso trasferite tutte le aspettative dei genitori, le ambizioni che vengono nutrite nei loro confronti, ciò che madri e padri vorrebbero per loro in modo che possano proseguire sulla strada intrapresa dai genitori, oppure realizzare il sogno che questi non sono riusciti a realizzare o raggiungere obiettivi importanti di cui pavoneggiarsi.

Tutto questo incide in modo estremamente negativo sul rapporto tra figli e genitori: benché le intenzioni siano sempre le migliori da parte delle madri e dei padri, in realtà questi condizionamenti provocano distanza e possibili danni.

Condizionamenti e frustrazioni

Quando i genitori esplicitano eccessivamente i desideri che nutrono verso il futuro dei figli automaticamente li condizionano perché questi saranno consapevoli che se non si atterranno a ciò che i loro genitori vorrebbero per loro li deluderanno.

Tali condizionamenti provocano danni di vario tipo: dal disagio, lieve o più marcato, per il non essere all’altezza ai disastri psicologici veri e propri che degenerano fino a creare muri invalicabili e patologie.

L’imposizione di una sofferenza condiziona il rapporto

imposizioni ai figliSe i figli si fanno carico di realizzare le aspettative dei genitori per evitare di dare loro una delusione vivranno a loro volta una frustrazione perenne per il fatto di non realizzare ciò che vorrebbero davvero per loro stessi.

Davanti agli occhi dei figli si materializza una sorta di bivio, dove scegliere una strada piuttosto che l’altra porterà comunque della sofferenza: da una parte quella per la delusione data ai genitori e dall’altra quella per la frustrazione da sopportare verso sé stessi.

Di fatto le aspettative verso i figli si concretizzano nella maggior parte dei casi in una sofferenza che si traduce poi in un’aumento delle distanza tra figli e genitori e quindi penalizza la relazione rendendo poi faticoso il rapporto coi figli.

Come comportarsi con i figli per aiutarli davvero

Permettere ai figli di sbagliare

Idealmente i genitori vorrebbero sempre proteggere i propri figli dalle delusioni e dalle sofferenze, per cui si prodigano per evitare che commettano errori di cui si possano pentire.

Come comportarsi coi i figli quindi? Lasciare che soffrano per i propri errori o indirizzarli sapendo di generare frustrazione? Nessuna delle due cose: ai figli è importante dare la possibilità di seguire le proprie inclinazioni, passioni e interessi, senza però perderli di vista.

Diventa fondamentale evitare di enfatizzare i loro insuccessi perché questi costituiscono una parte importante della crescita, impariamo continuamente dai nostri errori e non possiamo precludere ai nostri figli questa parte fondamentale del processo di crescita: succederà inevitabilmente anche a loro ed è giusto che questo avvenga.

I genitori devono educare e non tarpare

come comportarsi con i figli per educarliIl compito dei genitori quindi è quello di educare i propri figli, supportandoli nelle loro scelte, incentivandoli a realizzare le loro ambizioni e non le proprie, senza trascurare però un controllo su ciò che avviene loro.

Questo significa che è giusto offrire ai figli la possibilità di intraprendere la strada che hanno scelto per loro stessi, aiutarli a sviluppare i loro talenti, ma evitando che eccedano in tal senso nel caso in cui insistano su un percorso che ripetutamente dimostri che non fa per loro.

 

Post suggeriti

Leave a Comment

0
parlare in pubblicofiducia in sé stessi