Aumentare i profitti? Tutto parte dall’intelligenza emotiva

 In Blog, Tecniche di vendita

intelligenza emotivaPer aumentare i profitti di un’azienda si pensa sempre a ridurre i costi, spesso tralasciando l’importanza dell’intelligenza emotiva necessaria al miglioramento dei risultati pratici, che è bene venga sviluppata dal suo team.

Come fare quindi a portare avanti entrambi gli approcci?

Massimizzare gli utili è senza dubbio uno degli obiettivi primari di un’azienda, per raggiungere il quale si parte dal business plan aziendale, dove vengono annotati tutti i costi e i ricavi.

Il problema però è che spesso ci si dimentica di segnare alcune spese fondamentali che un’impresa sostiene tutti i giorni e che hanno in alcuni casi un impatto significativo da controllare ed eventualmente ridimensionare.

L’altro elemento su cui bisogna lavorare è l’intelligenza emotiva, cioè la capacità di capire e gestire in modo consapevole le proprie emozioni e quelle altrui.

Provo a spiegarti meglio facendo un esempio pratico.

Lavorare sull’intelligenza emotiva

Analisi della struttura aziendale

Tempo fa ho lavorato per un’azienda i cui punti principali da ottimizzare erano proprio questi due. Prima di lavorare direttamente sul bilanci ho voluto affrontare la questione del quoziente emotivo dei suoi collaboratori, in particolare della rete commerciale.

Ho iniziato analizzando la struttura dell’azienda a livello di organigramma e di personale. Proprio studiando le dinamiche tra l’imprenditore e i suoi collaboratori, mi sono reso conto che il quoziente intellettivo era molto alto, ma quello che mancava era il quoziente emotivo.

L’importanza dell’intelligenza emotiva

intelligenza emotiva empatiaL’intelligenza emotiva nel campo della vendita è un fattore cruciale, perché permette di affrontare meglio i momenti difficili, di essere più propositivo e soprattutto a pensare fuori dagli schemi. In altre parole rende possibile trovare soluzioni inedite ai problemi smettendo di focalizzarsi su questi.

Concentrandoci su questo aspetto sia collettivamente che con i singoli collaboratori, ho potuto insegnare loro delle tecniche da impiegare strategicamente per creare empatia che fanno ricorso all’intelligenza emotiva.

Grazie ad una maggiore consapevolezza di questo aspetto, che veniva precedentemente sottovalutato, in soli sei mesi l’azienda è riuscita ad aumentare il proprio fatturato del 20%, che è un ottimo risultato.

Risparmiare per aumentare gli utili

Individuare le spese aziendali eccessive

Parallelamente, l’analisi della situazione aziendale ha evidenziato alcune spese molto elevate, ma non imprescindibili.

In particolare la sede di questa azienda era situata in una location molto bella di circa 700-800 mq. Per mantenere un posto del genere naturalmente era necessario sostenere dei costi non indifferenti che inevitabilmente pesavano molto sul bilancio annuale.

Il costo dell’affitto per quella location era infatti di 50-55 mila euro all’anno; era evidente che la spesa fosse al di sopra delle possibilità aziendali, nonostante ciò il proprietario dell’azienda non voleva traslocare in un posto meno costoso perché temeva che questo andasse a ledere la sua immagine di imprenditore.

Ridurre i costi senza ledere l’immagine aziendale

Il mio compito in questo caso è stato quello di fargli comprendere la necessità di effettuare tale operazione e successivamente di cercare una location che fosse adeguata a rappresentare l’immagine della sua azienda, permettendogli però di ridurre i costi dell’affitto.

L’azienda è così riuscita a risparmiare 30000 euro all’anno. Questi corrispondevano a circa 150-200 mila euro di fatturato, perciò si è trattato di un bel risparmio.

Sommando poi questi  all’aumento del fatturato del 20% si è ottenuto un notevole incremento degli utili senza dover aumentare i costi aziendali.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e sei interessato anche tu ad abbassare i costi ed aumentare gli utili nella tua azienda ti invito ad andare su benitoranucci.it/utili dove troverai quello che ti serve per fare anche tu la differenza come l’ho fatta io e la sto facendo fare a tante aziende.

Post recenti

Leave a Comment

0
azienda in crisidigitalizzare l'impresa