Ristrutturazione Aziendale
& Business Coaching a Bergamo

La ristrutturazione aziendale è un processo che si rende necessario non solamente a seguito di fusioni, incorporazioni o conversioni dei processi produttivi, ma anche quando un’azienda si trova in difficoltà per varie ragioni.

Infatti, in caso di crisi è opportuno porre rimedio attuando una serie di operazioni volte a risanare gli squilibri che si sono creati all’interno della realtà imprenditoriale, onde evitare conseguenze che possono anche diventare catastrofiche; l’intero iter prende proprio il nome di ristrutturazione aziendale e non sempre coincide con rivoluzioni drastiche.

Il mio approccio: non solo PNL

Grazie all’esperienza accumulata in trent’anni di gestione di attività da imprenditore a Bergamoho potuto inquadrare in un’ottica estremamente pratica e funzionale la mia formazione sulla P.N.L.

Infatti, nel corso del tempo ho avuto modo di sviluppare competenze legate anche alla gestione del personale ed alla sostenibilità dei progetti, nonché la capacità di individuare le opportunità offerte dal mercato.

La combinazione di questi elementi tra loro complementari mi ha permesso di ottenere un livello di competenza elevato e specifico proprio in merito alle valutazioni sulle realtà aziendali e su quali fattori intervenire per poter migliorare le prestazioni, al di là del mero taglio dei costi tanto praticato in luogo di un’opportuna analisi costi benefici.

Le tre fasi della ristrutturazione aziendale

ristrutturazione aziendale

Un’efficace risoluzione della crisi passa attraverso tre fasi consequenziali e di pari importanza: analisi, sviluppo della strategia ed implementazione.

Tutti gli elementi che concorrono a determinare lo stato attuale della situazione devono essere esaminati in modo da poter fornire un quadro completamente esaustivo della situazione.

Si tratta di una fase delicata perché un’eventuale sottovalutazione di un dettaglio apparentemente banale può invece essere cruciale per una valida ristrutturazione aziendale.

Analisi delle dinamiche interne

Le modalità relazionali tra i dipendenti e le loro caratteristiche hanno un ruolo particolarmente importante ai fini delle performance.

Pertanto è necessario considerare i nodi relazionali tra i vari reparti per individuare le problematiche che conseguono dall’eventuale mancanza di coesione.

Se ad esempio un capo settore molto preparato è di fatto una persona sintonica sarà incline a creare rapporti amicali con i suoi sottoposti.

Indipendentemente dai suoi sforzi, egli si troverà in difficoltà nel fare presente eventuali mancanze al suo team perché caratterialmente incapace di mantenere la necessaria distanza emotiva per poter dirigere il reparto in modo efficiente.

Allo stesso modo, è possibile avere dipendenti estremamente validi che però svolgono mansioni che non sono in linea con la loro modalità operativa e quindi compiono uno sforzo eccessivo a fronte di un livello di produttività sicuramente al di sotto del loro potenziale.

In alcuni casi sarebbe sufficiente invertire le mansioni tra il personale per ottenere prestazioni migliori; a convalida di queste analisi si inseriscono quelle relative alle tempistiche per individuare eventuali gap di rendimento.

Analisi dei costi

L’altra parte fondamentale dell’analisi riguarda le voci di costo ed è in questa sede che si concentrano le dovute valutazioni in ambito tecnico-giuridico.

Purtroppo in molti casi è questo l’unico focus sul quale si concentrano alcune ristrutturazioni aziendali piuttosto miopi, che non considerano un quadro complessivo più ampio.

L’analisi dei costi consiste talvolta nell’eliminazione di alcuni costi fissi divenuti superflui o comunque ottimizzabili e di efficientare gli elementi che originano i costi variabili.

Poiché l’azienda non deve produrre in perdita, è necessario che i costi fissi e variabili non siano superiori ai ricavi, di conseguenza dove ciò non è più possibile il modello produttivo deve essere modificato.

Tale affermazione è vera specialmente in un’ottica di potenzialità: in alcuni casi eliminare produzioni poco redditizie non significa perdere terreno, ma semplicemente destinare le risorse a nuove fette di mercato.

Creazione di una strategia ed implementazione

business coaching

Tuttavia, la presa di coscienza che il mondo sia cambiato negli ultimi anni è la conditio sine qua non per poter creare le condizioni funzionali alla ripresa ed crescita della propria attività.

Una volta che sono state effettuate tutte le valutazioni del caso si può procedere all’elaborazione della strategia, che in larga parte sarà una diretta conseguenza delle inefficienze constatate nella prima fase.

A partire quindi dalle negatività verrà innanzitutto stilato un elenco delle operazioni necessarie per eliminare le zavorre, studiare sistemi per ridurre i costi e parallelamente introdurre nuovi percorsi per poter cogliere le occasioni offerte dai nuovi trend economici.

Nella fase di implementazione spesso uno scoglio è rappresentato dalla mentalità dell’imprenditore stesso che rifiuta, anche talvolta in buona fede, di intraprendere strade nuove perché ancorato al vecchio sistema di gestione che per lui ha funzionato in quel momento.

Per poter ottenere una ristrutturazione aziendale che funzioni nella pratica quotidiana, l’imprenditore deve essere disposto a compiere le necessarie azioni per fare coesistere le metodologie tradizionali con quelle più innovative.

 

Se la tua azienda si trova in difficoltà contattami per valutare la situazione e uscire dalla crisi!
direzione@adcommunication.it  +39 035 3591157

Summary
Service Type
Ristrutturazione Aziendale e Business Coaching
Area
Bergamo
Description
Corsi di Ristrutturazione Aziendale e Business Coaching per imprenditori e professionisti
0